Spazio&Musica La Musica Antica nei tesori architettonici di Vicenza

Concerto di Capodanno 2023

Spazio & Musica

CONCERTO DI CAPODANNO 2023
XXVIII edizione
Domenica 1° gennaio – ore 17.00 Chiesa di San Giuliano – Vicenza

ingresso libero
apertura della chiesa al pubblico ore 16,30

Spazio & Musica, in collaborazione con l’assessorato alla cultura del Comune di Vicenza,
propone la XXVIII edizione del Concerto di Capodanno domenica 1° gennaio
alle ore 17,00 presso la Chiesa di San Giuliano in Corso Padova 76.

I MUSICALI AFFETTI

Fabio Missaggia
violino di concerto e direzione

Violino di concertino: Matteo Zanatto,
Violini: Alessia Turri, Massimiliano Tieppo, Laura Scipioni, Matteo Rozzi
Viole: Monica Pelliciari, Emanuele Marcante
Violoncello di concertino: Carlo Zanardi
Violone: Michele Gallo
Cembalo: Lorenzo Feder

PROGRAMMA

A. Corelli (1653-1713)

Concerto grosso op. VI n°8 “Fatto per la notte di Natale”

E. F. Dall’Abaco (1675-1742)

Concerto a quattro da chiesa op. II n°6

A. Vivaldi (1678-1741)

Sinfonia in mi magg. per archi e continuo RV 131

E. F. Dall’Abaco (1675-1742)

Concerto a quattro da chiesa op. II n°10

A. Vivaldi (1678-1741)

Concerto in sol minore per archi e continuo RV 157

L’Orchestra Barocca del Veneto “I Musicali Affetti”, con Fabio Missaggia alla direzione e al violino di concerto, presenterà un repertorio dedicato ai grandi Maestri italiani che hanno segnato il passaggio tra il XVII e il XVIII secolo. Il programma inizierà con un’eco natalizia evocata dal Concerto Grosso op. VI n°8 “Fatto per la notte di Natale” di Corelli. Questo concerto, pubblicato solo postumo nel 1714 ma probabilmente eseguito già dal 1690, prevede un’espansione della struttura tipica del Concerto da Chiesa, sviluppandosi in sei movimenti di grande ricchezza tematica con la celebre “pastorale” alla fine. A seguire si alterneranno due veneti illustri, il veronese Evaristo Felice Dall’Abaco e il veneziano Antonio Vivaldi. Del primo saranno eseguiti due Concerti da chiesa dall’Opera II (n. 6 e n.10), mentre del Prete Rosso saranno interpretati la Sinfonia in mi maggiore RV 131 e il Concerto in sol minore per archi e continuo RV 157.

Ad eseguire le preziose pagine scelte per questo evento sarà un’orchestra che unisce diverse generazioni di specialisti, offrendo un’interpretazione ricca di ricerca e complicità maturate negli anni ma allo stesso tempo in continua evoluzione. Il tutto nella cornice della seicentesca Chiesa di San Giuliano in Corso Padova, per inaugurare un nuovo anno di musica antica nei tesori architettonici di Vicenza.

X